Val d'Otro


La Val d'Otro, culla della cultura Walser, si raggiunge da Alagna Valsesia

val d'Otro - foto©GabryBerlanda
val d'Otro - foto©GabryBerlanda

Partendo da Alagna Valsesia (1205 mt), nei pressi dell'Unione Alagnese, si segue il segnavia n° 3, con il quale dopo circa un'ora di cammino nel bosco, si giunge allo splendido altipiano dove natura e storia sono un tutt'uno.
si incontra prima la frazione di Follu dove si trova la chiesetta dedicata alla Madonna delle Nevi ed il Rifugio Zar Senni, quindi Dorf con la spettacolare fontana monolitiva con una vasca a cuore, Scarpia con i suoi caratteristici paravalanghe in pietra.
Da qui la deviazione per la frazione Weng sulla sinistra e a destra, seguendo il sentiero, si raggiunge l'alpe Pianmisura che in estate è ancora un alpeggio vissuto da pastori.
Tornando verso Follu, si può passare dalla frazione Ciucche, un gruppo di case arroccate in posizione molto panoramica; e da Fellerich, per poi tornare verso valle.

Varianti:
Da Pianmisura si raggiunge il passo Zube (2874) in circa 2 ore, il Bivacco Ravelli (2504) in circa un 1.30 ore, il Passo Foric (2432) in circa 2 ore che collega con la val d'Olen e da cui si gode un meraviglioso panorama sul versante valsesiano del Monte Rosa.
Dalla Val d'Otro si possono raggiungere anche i Laghi Taijlli e il Corno Bianco ... o raggiungere il Belvedere, una volta arrivo di una cabinovia, con splendida vista sul Monte Rosa