La Via della Pace


Partendo da Fiames, nelle vicinanze di Cortina D’Ampezzo sulla strada per Dobbiaco, si percorre la lunga Via della Pace passando per le vette Furcia Rossa , Monte Castello e Monte Casale (testo Andrea Rampazzo)

dolomiti
dolomiti
Partendo da Fiames mt.1292 nelle vicinanze di Cortina D’Ampezzo sulla strada per Dobbiaco si percorre la lunga Via della Pace passando per le vette Furcia Rossa mt.2806, Monte Castello mt. 2760 (bivacco) e Monte Casale mt. 2894 con un dislivello massimo di mt.1607 ed un tempo di percorrenza di circa 12 ore se ben allenati e fatta di seguito, due giorni con sosta al bivacco (scelta consigliata). 

Punti d'appoggio solo estivo: Rif. Fanes, Rif. La Varella, Malga Fanes Grande, Bivacco Baccon Baborka, Bivacco Monte Castello, Malga Travenanzes

Segnavia n°408 da Fiames fino a Ponte Outo, poi n°10 fno a Fanes Grande, successivamente segnavia 17 e FR. Per la discesa di Travenanzes n°401.
Il percorso lungo e in certi punti attrezzato, ci porta all’interno di uno dei posti più incantati delle Dolomiti orientali, il Regno di Fanes. Man mano che si lascia la piana di Cortina D’Ampezzo con la sua confusione e ostentazione ci si rende conto di avvicinarsi ad un ambiente incontaminato, solitario e distaccato dalla realtà della vita moderna. L’itinerario è molto vario, dal passaggio per sentieri boscosi dove non è raro incontrare una simpatica fauna ricca di lepri, scoiattoli, e caprioli, ci si inoltra da ampi prati erbosi interrotti da eleganti corsi d’acqua. Salendo di quota, l’erba lascerà spazio alla roccia, che ci porterà attraverso passaggi cenge e canali alle cime più alte del Fanes. 
È importante sapere che in questo regno noi siamo solo degli ospiti, i veri custodi sono infatti le Marmotte. Questi sentieri passano infatti zigzagando tra le loro tane, quindi non sorprendetevi se durante questo itinerario avrete la sensazione di essere osservati. È molto facile avvicinarsi a queste bellissime creature, e nelle giornate particolarmente calde e tranquille è probabile imbattersi in intere famiglie con cuccioli di marmotta a seguito che si spostano tra i vasti prati. 
La Malga Fanes Grande segna il bivio dove la natura e le leggende lasciano il posto alla storia più recente di questi posti: comincia qui infatti la vera e propria Via Della Pace, lunga escursione che attraversa il versante sud ovest della Furcia Rossa. Il percorso, segue i tracciati e le postazioni utilizzati dalle truppe austriache nel primo conflitto mondiale attraverso quella che fu la prima linea di guerra, non mancheranno ambienti e suggestioni che riportano a pensare e ad immedesimarsi a quella che era la vita del fronte tra le cime delle Dolomiti. Con l’arrivo al Monte Castello e successivamente al Monte Casale si possono ammirare alcuni dei panorami a 360° più ampi delle Dolomiti, spaziando dalla sottostante Val di Fanes, tutte le Dolomiti e prealpi Trentine, la Val Badia, la conca D’Ampezzo con le dolomiti di Sesto e la parallela Val Travenanzes.
Proprio per quest’ultima attraverso la Forcella Casale con il lungo e divertente ghiaione si lascia il percorso storico per tornare nel verde dei prati, chiudendo l’anello di questo percorso ricco e unico nel suo genere.
Una nota è obbligatoria sulla facile via attrezzata, praticabile anche da bambini, composta specialmente da scalette con pochissimi tratti esposti comunque assicurati con corda fissa. Tutto ciò non esclude però l’uso di un kit da ferrata e del caschetto. Si consiglia anche una torcia elettrica per esplorare cavità e postazioni della grande guerra. 

Il percorso 
Da Fiames parcheggiare l’auto presso il centro visite del parco naturale Fanes Sennes poco dopo il centro sportivo e albergo Fiames, e imboccare il sentiero n°408 in direzione Ponte Outo (Ponte Alto) e Cascate di Fanes. Percorso il ponte si lascia la strada sterrata e si prende il sentiero n°10 che attraverso il bosco percorre una breve ma conveniente scorciatoia per poi ricongiungersi ad una stradina sterrata sempre con segnavia n°10. Costeggiando il Rio de Fanes che segue lungo il sentiero si arriva al bivio per Fanes Grande, imboccate quindi la via di sinistra verso la malga per sentiero n°11. Passando la Malga e lasciandola alle vostre spalle in direzione forcella del Lago si trova l’indicazione 200 metri dopo la malga sulla sinistra per la Via della Pace. Si devono quindi seguire prima i segnavia n°17 e successivamente n°FR con indicazione ferrata Furcia Rossa. Nota importante: l’ultimo luogo dove è possibile trovare acqua potabile è presso la Malga, fatene quindi una buona scorta, quanto basta per arrivare alla Malga Travenanzes. Seguendo la ferrata si arriva alla prima cima Furcia Rossa, e successivamente si discende verso il Monte Castello dove è posto il Bivacco della Pace (o Bivacco Monte Castello), ben accessoriato, con 10 posti letti, materasso, cucina economica. A secondo che ci si fermi per la notte o meno, il percorso continua verso il Monte Casale per segnavia n°17 fino a forcella Casale dove si prende il ripido ma divertente ghiaione fino all’arrivo il Val Travenanzes e al ricongiungimento col sentiero n°401 che conduce nuovamente a Ponte Outo. Da qui si segue il sentiero verso il parcheggio.

Varianti e collegamenti
Il giro diventa molto più breve se dal Monte Castello si scende per il segnavia n°17 attraverso il Vallon Bianco e i massi di roccia del Campestrin, tenendo la destra ci si ritrova alla già conosciuta Malga Fanes Grande. Per quest’ultima variante, attenzione alla scarsa segnaletica.