il Grande Giro delle Dolomiti di Sesto


Il Grande Giro delle Dolomiti di Sesto, un lungo ma facile giro immersi tra gli scenari mozzafiato delle Dolomiti di Sesto, al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo e del Monte Paterno, attorno alle Crode Fiscaline.

Tre Cime di Lavaredo - foto©GabriellaBerlanda
Tre Cime di Lavaredo - foto©GabriellaBerlanda

Superato Moso di Sesto in Pusteria, si lascia l’auto al parcheggio di Piano Fiscalino (1454 mt).
Da qui parte il sentiero n° 102 della Val Fiscalina che conduce al Rifugio Fondovalle (1548 mt) con una facilissima carrozzabile in falsopiano. Poco dopo il rifugio, il sentiero si divide e imbocchiamo a destra la Val Sassovecchio seguendo sempre il segnavia n° 102, che sale tra le pareti della Cima Una, della Croda Fiscalina, i campanili del Monte Paterno e della Torre di Toblin, si raggiunge la Forcella di Toblin (2405 mt), e quindi il Rifugio Locatelli trovandosi davanti allo spettacolo delle Tre Cime di Lavaredo in 3 h di cammino dal parcheggio.
Da qui si segue il sentiero con segnavia 101, che procede sotto le guglie del Monte Paterno, passando sopra ai laghetti dell’Alpe dei Piani, fino a inerpicarsi con una brusca salita finale fino alla Forcella Pian di Cengia (2522 mt), da cui si gode un magnifico panorama sulle Dolomiti di Sesto e sulle Dolomiti Bellunesi. Un breve tratto pianeggiante porta al Rifugio Pian di Cengia (2528 mt), che si raggiunge in 1h 30’ dal Rifugio Locatelli.
Una cengia scavata nella roccia porta in piano al Passo Fiscalino (2519 mt) da cui si gode una suggestiva vista sulla Val Fiscalina Alta, da cui si innalza la famosa Cima Undici. Continuando sempre lungo il sentiero 101, si scende fino al Rifugio Comici (2224 mt), posto davanti alla Cima Dodici.
Da qui il sentiero prende il n° 103, che con qualche ripido tornante scende in Val Fiscalina Alta e poi, ancora un tratto scosceso ci riporta al bivio con la Val Sassovecchio, e quindi al Rifugio Fondovalle e si torna al punto di partenza.

Tempo di percorrenza: 6 h circa
Difficoltà: EE
Dislivello: 1070 mt

Per pernottare "PM consiglia": Hotel Erika Braies

 (testo e itinerario Gabriella Berlanda)