Ciaspolata al Monte Cazzola


Un itinerario i interesse panoramico sul Monte Cazzola, a 2330 metri, una delle montagne che circondano l'anfiteatro naturale della Valle di Devero, in alto Piemonte.

Monte Cazzola - foto©FedericaPozzato
Monte Cazzola - foto©FedericaPozzato
E' tutta la settimana che si sta tenendo d'occhio la meteo svizzera, perchè questa domenica si vuole fare una ciaspolata impegnativa, ma di interesse panoramico sul Monte Cazzola, a 2330 metri, una delle montagne che circondano l'anfiteatro naturale della Valle di Devero, in alto Piemonte.
Prevista velatura mattutina, ma con arrivo prima di mezzogiorno di sole e caldo, si parte presto.
C'è già un gran movimento di persone nella piana di Devero, la giornata è ideale per varie escursioni e per sciare.
Il nostro cammino inizia in località Piedimonte, subito dopo gli impianti di risalita e la pista da sci. La direzione è Alpe Misanco.
Il sentiero costeggia il Rio Buscagna e si alza nel bosco, poi, poco dopo aver superato un ponticello, si raggiungono i pascoli dell'Alpe Misanco (1907 metri), alpeggio ancora caricato con baite e stalle ristrutturate da pochi anni.
Sopra le baite si raggiunge la deviazione che a destra porta al Lago Nero e alla Val Buscagna, mentre proseguendo dritti nella valletta porta al Monte Cazzola. Si sale ripidi con alla nostra sinistra dirupi scoscesi, dove si sono formati dei piccoli smottamenti di neve e giochi di cornici create dal vento che ha soffiato forte in settimana, e ben presto si superano gli ultimi larici.
Siamo ora in un ambiente completamente aperto, la costa nord est del Monte Cazzola. Ora alla vista c'è solo neve, montagne, cielo e sole. 
La camminata è costantemente in salita a parte un breve tratto pianeggiante da dove si incomincia a scorgere il profilo del trittico Pizzo Diei, Monte Cistella e Corno Cistella.
Poi improvvisamente ecco una brevissima discesa, prima di fare l'ultimo muro di salita per raggiungere la nostra meta.
In estate qui è un "panettone" erboso, ora è carico di neve, con a tratti punti esposti, visto il vento che c'è stato.
Lo spettacolo è fantastico! Il Monte Cazzola è un osservatorio di prim'ordine su Devero e sulle sue montagne. Dalla vetta lo sguardo spazia di 360° sui picchi rocciosi, sui pascoli ed alpeggi e i boschi di larici. Si riconosce anche il Lago Codelago, o Lago di Devero, in inverno ghiacciato e ottima pista da sci. A nord troneggia la mole inconfondibile del Monte Cervandone e della Rossa, a sud il Pizzo Diei e i piani del Cistella, a ovest le montagne dell'Alpe Veglia (che con Devero forma il Parco Naturale Veglia- Devero), a est i piani alti di Devero.
Una gita facile, ma con buon allenamento visto che la salita e la pendenza non calano mai. Da fare tutto l'anno.
 
Tempo di salita e discesa circa 5 ore
700 metri di dislivello    
 
(testo Federica Pozzato - B&B Anzola - istruttrice nordic walking)