Al Rifugio Quinto Alpini


Sito in posizione panoramica, con vista verso il gruppo del Bernina, il Rifugio Quinto Alpini è punto di partenza ideale per escursioni e ascensioni nel gruppo dell'Ortles-Cevedale

quinto alpini
quinto alpini

Da Bormio, andando verso S. Caterina Valfurva si giunge a San Nicolò Valfurva da cui si raggiunge la frazione di Niblogo e si può parcheggiare.

Da qui, a piedi s'imbocca il sentiero n° 29 e si continua lungo la strada sterrata che entra nella valle, passando più volte il Torrente Zebrù e sale attraverso caratteristici nuclei di baite fino a raggiungere il Rifugio Campo (mt. 2000 in circa 2 ore).
Proseguendo, si arriva presso la Baita del Pastore (mt. 2166), da qui la strada sale con una serie di tornanti tra i pascoli, fino ad arrivare alla morena della Val Rio Marè.
La strada sterrata sterrata diventa un comodo sentiero che porta al Rifugio Quinto Alpini che si vede sul costone roccioso, ai piedi del Monte Zebrù con, sullo sfondo, la cresta dell’Ortles.

Il tempo di percorrenza a piedi è di  4 ore, ma si può ridurre a 2 ore utilizzando il servizio di jeep-navetta che da Niblongo porta alla Baita del Pastore

Il Rifugio è raggiungibile anche attraverso la val Cedec (asciando la macchina ai parcheggi del Rifugio Forni sopra S.Caterina), si prosegue seguendo le indicazioni per il rifugio Pizzini-Frattola, poi quelle per il Passo Zebrù. Da qui si scende fino al torrente e alla, s'imbocca il sentiero a destra porta  al Rifugio Quinto Alpini. Il tempo dal parcheggio è di 5 ore (4 ore dal Rif.Pizzini)

(testo e foto tratti da www.rifugioquintoalpini.it)