Montagna è Salute


L'aria di montagna, si sa, è salutare ... stimola le funzioni respiratorie, il metabolismo ed è un ottimo antistress

Fanes
Fanes

Andare in montagna comporta dei cambiamenti nell’organismo dovuti al cambiamento di quota: in montagna l’aria è più rarefatta, cioè contiene un minor quantitativo di ossigeno che spinge l’organismo ad aumentare il ritmo del respiro e a compiere inspirazioni più profonde. Rimanendo in quota, il midollo osseo produce più globuli rossi, che contribuiscono a trasportare l’ossigeno all’interno del corpo; il cuore  aumenta il battito per fare circolare un maggiore volume di sangue affinché le cellule siano più ossigenate.

I maggiori benefici si hanno a livello respiratorio perchè l’aumento del ritmo e della profondità del respiro induce a compiere movimenti che stimolano positivamente i polmoni e i bronchi. Inoltre in montagna il clima più secco, quindi più benefico per le vie respiratorie e l’aria è meno densa di sostanze inquinanti e allergizzanti.

Non bisogna però dimenticare che l'altezza può comportare anche dei pericoli: in soggetti sani, soggiorni ed escursioni fino a 1800 metri non richiedono particolari precauzioni; ma oltre 2000 e oltre i 3000 metri, si potrebbero riscontrare problemi causati dalla rarefazione dell’ossigeno.

Ci sono però patologie per le quali è opportuno prestare particolarmente attenzione quando si decide di trascorrere uno o più giorni in montagna, quali le ostruzioni delle vie respiratorie o i problemi cardiovascolari seri, in quanto l’organismo fatica normalmente a ricavare l’ossigeno di cui ha bisogno. Anche chi soffre di ipertensione dovrebbe prestare molta attenzione dato che con l’aumentare di quota, la pressione può salire.

In linea di massima con un soggiorno in montagna a quota moderata (tra i 1200 mt ed i 1800 mt) si hanno importanti benefici psico-fisici sotto vari aspetti: sul quadro ematico, sul trasporto di ossigeno, sul tasso glicemico e di colesterolo, sulla pressione e frequenza cardiaca, sul peso e sulla condizione mentale. L'altitudine inoltre mobilita le riserve corporee e già la sola permanenza in montagna ha l'effetto di un allenamento. Da non sottovalutare il così detto “effetto di eterna giovinezza che si ha a queste quote.

Insomma … una vacanza in montagna è un toccasana.