Escursioni in Montagna d'Inverno ... qualche dritta per voi


Fare escursioni d'inverno è un'esperienza magnifica alla portata di tutti, provo a scrivervi qualche consiglio per affrontare quest'esperienza.

Val d'Otro - foto©KristianGuala
Val d'Otro - foto©KristianGuala

La maggior parte degli appassionati di montagna si dedicano molto all'escursionismo estivo, trascurando l'inverno, ma la montagna innevata può donare emozioni uniche, indescrivibili. Provo a darvi qualche dritta, per chi volesse provare questa magnifica esperienza:

  • Pianificare l'itinerario: nella scelta della prima escursione invernale, è bene scegliere un itinerario adeguato, non troppo impegnativo. Lo stesso itienerario in estate, su sentiero, è sicuramente più facile che in inverno con la neve in quanto essa copre molti punti di riferimento. In inverno, inoltre le giornate più corte costringono a rientrare presto, perciò è bene scgliere un itinerario non troppo lungo.
  • Consultare previsioni meteo, bollettini neve e valanghe: prima di affrontare un'escursione invernale è fondamentale capire le condizioni meteorologiche consultando le previsioni meteo, i bollettini neve e bollettini valanghe ... avendo il buon senso di rinunciare se le condizioni sono proibitiv
  • Mai soli: in inverno la montagna è più pericolosa, perciò è bene non andare mai da soli e lasciare sempre detto dove ci si dirige.
  • Attrezzatura: per le uscite invernali è opportuno, oltre ai ricambi di abbigliamento, avere con sè sempre dei ramponcini, le ciaspole e una piccozza. Sono molto utili anche una bussola in caso si abbassi la nebbia, una lampada frontale se si viene colti dal buio ed il consueto kit di primo soccordo. Personalmente consiglio di utilizzare (o almeno avere nello zaino) una coppia di bastoni richiudibili.
  • Abbigliamento adeguato: è bene vestirsi a strati ed avere sempre un cambio completo in caso ci si bagni o si sudi. Fondamentale è indossare un buon intimo termico traspirante, poi una felpa traspirante (thermal layer), una giacca primaloft con guscio in GoreTex e pantaloni invernali. Importantissime sono anche le calze: una calza fine termica a contatto con la pelle e il calzettone da escursionismo sopra; guanti e sottoguanti, scaldacollo e cappellino non devono essere dimenticati. Inoltre MAI dimenticare gli occhiali da sole, il riverbero sulla neve può causare gravi congiuntiviti.
    Importantissima è la scelta delle scarpe: per le escursioni facili ci sono ottimi "doposci" ramponabili che oltre a garantire una buona tenuta sulla neve, tengono caldo il piede e la caviglia protetta, oppure uno scarpone alto in GoreTex o altro materiale impermeabile sono ideali.
  • Alimentarsi e Idratarsi: se non ci si vuole appesantire è bene avere con sè delle barrette energetiche o cioccolato o frutta secca e sempre un thermos con una bevanda calda, meglio se zuccherata.

Nella scelta dei materiali ed abbigliamento preferisco investire sulla qualità, spesso il rispario implica materiali scadenti che possono dare probelmi di vario genere: dalla scarsa tenuta all'acqua, alla non traspirazione o scarsa aderenza sulla neve.
Come per qualsiasi uscita in montagna, anche in inverno, bisogna saper rinunciare quando le condizioni meteorologiche e/o nivologiche non garantiscono la buona riuscita dell'escursione ... meglio tornare in dietro, che non tornare a casa.
E, soprattutto, mai lasciare a casa il "buon senso" ed il rispetto per la montagna e gli altri escursionisti ... buona montagna a tutti.

ALTRI ARTICOLI UTILI:
- come usare i bastoni da trekking
- orientarsi leggendo la carta topografica
gli effetti del sole in montagna
- pericoli della montagna
- orientarsi in montagna
- scegliere i materiali

(testo Gabriella Berlanda e Marco Codazzi)