Antichi Mestieri Perduti


Molti degli antichi mestieri stanno andando persi per vari motivi … ma, per contro, altri stanno tornando.

antichi mestieri - foto©naturamediterraneo.com
antichi mestieri - foto©naturamediterraneo.com

Fino alla metà del secolo scorso, c’erano mestieri artigianali che erano molto diffusi ma che, oggigiorno sono scomparsi o stanno scomparendo. Ormai fagocitati dall’industrializzazione e dalla globalizzazione, questi mestieri non sono più remuneranti, rendendo iniquo l’impegno del lavoro altamente specializzato, rispetto al guadagno effettivo.
Uno degli esempi più classici è quello del Calzolaio, fino ad una trentina d’anni fa era un mestiere diffuso, le scarpe erano un costo ingente per le famiglie, quindi si facevano riparare il più possibile; oggi l’industrializzazione ha portato una produzione di massa con abbassamento dei prezzi, facendo sì che le scarpe rotte vengono buttate via. Con questo cambio di rotta del consumatore, il mestiere del Calzolaio si sta estinguendo per mancanza di introiti. Analogo discorso può essere fatto per le Rammendatrici (e riparatrici di abiti) in quanto l’abito ha lo stesso destino delle scarpe. Altri esempi di lavori quasi estinto sono quelli dell’Impagliatore, dell’Intrecciatore, dell’Arrotino, della Filatrice e molti altri a seconda delle zone.

Per contro, il lavoro di Boscaiolo, sta tornando ad essere molto praticato, grazie alla tendenza di utilizzare la legna come sistema di riscaldamento. Così come, qualche giovane sta tornando alla Vita Contadina in Montagna. Nel corso dello scorso secolo, molti mestieri artigianali sono andati scomparendo con l’aumentare della tecnologia, delle infrastrutture e del commercio della grande distribuzione. Si trattava di lavori altamente specializzati dove il produttore era il venditore e non invadeva mai la sfera specialistica di un altro artigiano.

Parlando di scomparsa degli antichi mestieri, spesso si parla di “non voglia” dei giovani o di mancanza d’adattamento alla fatica, ma purtroppo incide fortemente il fattore remunerativo che vede i piccoli artigiani altamente specializzati in una posizione svantaggiata con costi altissimi rispetto alle entrate, trovandosi in una situazione non remunerativa. Certo, il denaro non è tutto, ma tutti devono vivere dignitosamente.

(testo Gabriella Berlanda)